Questo sito usa cookies, anche di terze parti. Se continui a navigare nel sito, presti il consenso all'uso dei cookies.
Se non sei d'accordo o necessiti di ulteriori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy.

L'Istituto Nazionale Confederale di Assistenza (INCA) ha scelto Babel per offrire ai propri operatori un portale integrato con servizi di community, messaging e collaboration basato su tecnologie open source. L'Istituto tutela ogni giorno migliaia di cittadini, lavoratori e pensionati in Italia e nel mondo, offrendo servizi e consulenza per tutte le problematiche legate al lavoro, alla salute e all'assistenza sociale ed economica. 

LA SFIDA: Coordinare il lavoro e condividere informazioni tra le 879 sedi operative e gli oltre 1800 membri e centinaia di professionisti convenzionati dell'INCA richiede strumenti performanti e sicuri. Ma è possibile avere tutto questo mantenendo dei costi di gestione contenuti?

Quando, nel 2011, il prodotto di messaging proprietario utilizzato non consente più di garantire le esigenze di un servizio mission-critical in costante espansione, l'istituto si trova davanti alla necessità di affrontare una costosa migrazione verso un nuovo prodotto e l'acquisizione delle relative licenze:

"Ci serviva una nuova soluzione affidabile, scelta pensando anche al futuro", racconta Luciano Caon, esponente del Collegio di Presidenza dell'INCA. "Allo stesso tempo eravamo alla ricerca di innovazioni che ci permettessero di utilizzare i fondi nel modo più efficace possibile. Al momento stavamo già collaborando con Babel e, basandoci sull'esperienza passata, abbiamo deciso di fidarci e sperimentare l'open source per costruire un portale integrato, dove i nostri operatori avrebbero potuto connettersi facilmente da qualsiasi sede nel mondo e comunicare tra di loro, accedendo a documenti e informazioni in base al loro ruolo e alla posizione geografica".

LA SOLUZIONE: Insieme ai tecnici Babel è stata confezionata una soluzione personalizzata basata sul software LifeRay Portal, un portal server open source che integra una serie consolidata di applicazioni pronte all'uso, già utilizzato da molte aziende in tutto il mondo.

Grazie al meccanismo di single sign-on, l'utente può utilizzare tutte le applicazioni disponibili per il suo profilo autenticandosi una sola volta. Il portale contiene la chat, il forum e il calendario condiviso, ed è integrato con Mailware Collaboration Suite, la piattaforma di posta elettronica Babel. Il sistema INCADoc permette di differenziare i documenti condivisi in base al profilo dell'utente, tramite lo strumento open source DOCMGR. Il portale è arricchito anche da molte altre funzioni, tra cui la possibilità di inviare e ricevere SMS e l'invio automatico delle circolari INCA.

Durante la migrazione, gli utenti hanno potuto continuare ad accedere normalmente al sistema e il processo si è svolto senza interruzioni dei servizi offerti.

I VANTAGGI: Scegliendo tecnologie open source, il patronato INCA dispone ora di un prodotto altamente personalizzato e scalabile, con le stesse funzionalità delle soluzioni proprietarie, ma senza gli alti costi delle licenze.

TechAdvisor team

I TechAdvisor Par-Tec studiano le tecnologie, gli standard e le normative connesse alle diverse aree di competenza e si impegnano a condividere le proprie conoscenze con la comunità. Sono parte attiva del processo di prevendita e delivery dei progetti e dei servizi professionali erogati dall’azienda.